Condividi su
  • 131
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    131
    Shares

L’acrobatica vita delle mamme single

 

Stando ai dati Istat le famiglie monogenitoriali sono soprattutto composte da mamme single con figli a carico  . Molto meno quelle composte da padri single . Donne che, volenti  nolenti, riescono a far fruttare al meglio TUTTE le loro risorse di mamme e donne barcamenandosi in una tempestosa marea di oneri e, apparentemente, pochi onori. Dico apparentemente perché, pur se tu non te ne rendi conto, questo intensivo allenamento a fare del tuo meglio ad ogni costo non può che fruttarti. Non è mica da tutti, sai?

Mamme single ma anche donne!

Non aver paura, non sei sola e l’esperienza di altre mamme single può esserti d’aiuto. Guardati intorno e molto probabilmente scoprirai  molte più donne nella tua stessa condizione più di quanto credessi. Potrebbero essere mamme dei compagni di classe dei tuoi figli e magari potreste aiutarvi a vicenda. Venirvi incontro nelle necessità più pratiche ed aiutarvi a recuperare qualche sano momento per essere semplicemente donne. Pur nel gran caos della vita, alcune buone regole  possono aiutarti ad avere una vita più normale di quanto pensiate. Nel planning generale degli impegni, ricordati di riservare una parte di tempo per te, per essere semplicemente una donna. Per fare quelle cose da donna che normalmente non riesci a fare. Essere una donna soddisfatta di sé, che si ama, ti aiuterà anche ad essere una madre migliore.

mamme
mamme

Sai che ci sono anche mamme single per scelta?

I tempi sono decisamente cambiati e da qualche anno a questa parte è in crescita il numero delle donne che scelgono di avere un figlio anche da sole. Donne in carriera che scelgono di essere mamma e single  . Talvolta perché scelgono di portare avanti una gravidanza non voluta dal partner, talvolta perché la spinta alla maternità è più forte della necessità di trovare un compagno. Donne sicuramente ben sicure di sé per scegliere di essere mamme single. Che possono avere, o non avere, l’appoggio della famiglia ma in ogni caso delle donne sicure di sé e magari anche un po’ folli. Nietzsche diceva che “Bisogna avere un grande caos dentro per generare una stella danzante”. Per poter splendere davvero, in altre parole, bisogna innanzitutto esser pronti a mettersi in discussione. Per scegliere di mettersi in discussione accettando di gestire, da sole, una nuova vita bisogna per forza avere un po’ di quella sana follia che ci porta a tuffarci da una scogliera.

E se una single non ci vuole restare?

Se non vuoi restare single e ti senti pronta a metterti in gioco per trovare un compagno, non hai che da buttarti nella mischia. Parti da te: dal tuo essere donna, valorizzati, curati, magari “rinfrescati” un po’ il look. Non pensare, almeno non subito, a “come potrebbe prenderla se sapesse che ho già dei figli”. Quando troverai l’uomo giusto sarà senz’altro un uomo in grado di aver cura dei tuoi figli come ha cura di te . Prima di ogni altra cosa dovrà essere un uomo che abbia qualcosa in comune con te, con cui condividere esperienze e desideroso di conoscerti mentre si fa conoscere. Un uomo che sappia apprezzarti come sei tu, come donna prima che come madre, tutto il resto poi verrà da sé. E con ogni probabilità sarà molto più semplice di quanto non credi.

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e Se ti piace l’articolo Condividilo sui social o chat!

Articolo di Arianna Farina

 

  • 131
  •  
  •  
  •  
  •