Il Social Media Manager chi è e cosa fa?

Social Media Manager
Social Media Manager

Social Media Manager- Che lavoro fa? Partiamo dal nome: Social=sociale, Media=supporto, Manager=amministratore. Ovvero: amministratore dei “supporti sociali”, strumenti quali Facebook e simili, altrimenti noti come “social network”. Il Social Media Manager si occupa di promuovere le attività dell’azienda attraverso i “Social” più adatti e funzionali al caso mantendo sempre uno stile omogeneo facilmente riconoscibile. Questo è di fatto frutto della naturale evoluzione della “pubblicità”, ossia rendere pubblico, far conoscere alle persone ciò che prima non conoscevano. Ma perchè proprio attraverso i “Social”?

Perchè promuovere attività attraverso i Social?

C’è una bella pubblicità di Telecom di “qualche anno fa” che può aiutarci a rendere l’idea dell’incidenza dell’evoluzione dei mezzi di comunicazione.

Questo spot evidenzia la straordinaria potenza comunicativa fornita dagli strumenti più aggiornati. Se dovessero riproporla oggi è altamente probabile che includerebbe anche i Social, attualmente seguiti da milioni di persone in tutto il mondo. I Social Network sono ormai un canale di comunicazione imprescindibile per poter attuare un’efficace strategia comunicativa. In questo contesto il Social Media Manager diventa una figura fondamentale, occupandosi di curare la comunicazione e la promozione aziendali sui vari canali social. Un buon Social Media Manager analizza l’efficacia della comunicazione attraverso gli opportuni analytics (diversificati caso per caso) e procede per obbiettivi integrando, migliorando o rinnovando – a seconda della necessità- le strategie comunicative.

Quali Social scegliere e perchè?

Non tutti i Social vanno bene per tutte le aziende. Un buon Social Media Manager sconsiglierà, ad esempio, ad un idraulico di promuovere la propria attività su Instagram. Per quanto intriganti, difficilmente le tubature di scarico risulteranno “soggetti avvincenti” tra le immagini da postare su Instagram! In secondo luogo, è importante selezionare meno Social ma più funzionali al singolo caso piuttosto che inserire la propria attività su tutti i Social e poi non riuscire a gestirli opportunamente. Ora entriamo un poco più nel dettaglio ed analizziamone nello specifico alcuni tra i più noti e fruiti:

1. Facebook

Per sua stessa natura Facebook risulta il Social Network più adatto a veicolare i propri contenuti con maggior libertà d’espressione. Più stimoli i tuoi utenti ad interagire con i post da te pubblicati più questi aumentano di visibilità. Un buon Social Media Manager sfrutterà Facebook creando delle campagne atte a stimolare l’interazione del pubblico. Maggiore sarà l’interazione e maggiore sarà il numero di persone che ne seguiranno l’evoluzione. Su Facebook è quindi importante creare una Community di utenti interessati a seguire con attenzione i contenuti da te pubblicati, aggiornandosi e condividendoli e, così facendo, aumentandone la diffusione.

 

2. Instagram

Instagram è il più visuale tra tutti i Social Network. Su Instagram bisogna postare fotografie belle, ben fatte e capaci di colpire, attrarre l’attenzione ed imprimersi nella memoria. Per avere successo su questo Social Network bisogna postare le immagini giuste, corredate dagli # giusti! Ma come sceglierli? Pensandoli come “parole chiave” utili ad agevolare le ricerca su di una specifica tematica.  Per individuare gli # più funzionali il Social Media Manager si avvale solitamente dei tools specifici utili ad individuare le parole chiave più ricercate, i trend più seguiti e la loro correlazione con la tematica che si sta trattando. Individuando gli # giusti sei in grado di arrivare DAVVERO dappertutto.

 

3. Twitter

Indubbiamente il più veloce ed il più arduo tra i Social Network. Su Twitter si hanno a disposizione solo 140 caratteri (spazi inclusi) che vanno sfruttati al meglio per riuscire ad incanalarsi subito nelle conversazioni giuste, generare attenzione, avere successo e riuscire a restare sulla cresta dell’onda il più a lungo possibile. La news feed (ovvero il “flusso d’informazioni”) di questo Social Network è a scorrimento continuo, aggiornata in tempo reale e, per un Social Media Manager, riuscire a dominare questo flusso è un po’ come cercare di saltare controcorrente. Ci vuole competenza, precisione, grande capacità di sintesi, grandissma proprietà di linguaggio, ed utilizzio puntuale dei migliori # del caso!

Cosa non deve mai dimenticare il Social Media Manager?

C’è una cosa in particolare da cui un buon Social Media manager non può in nessun caso prescindere: il PUBBLICO! In un articolo pubblicato su L’Internazionale lo scorso anno, Annamaria Testa ne esprime l’importanza in modo esemplare:

“In quarto luogo: il pubblico. Gli interlocutori (il pubblico) non solo “valgono qualcosa”. Valgono tutto. Ed è arrogantissimo non tenerne conto. Forma e contenuto dei discorsi vanno calibrati sui diversi pubblici: l’istinto aiuta, ma ormai non basta più. Ci vogliono dati e ricerche, sia per individuare forme e contenuti convincenti, sia per selezionare i mass media più convenienti per veicolare quei contenuti, in quelle forme, a quei pubblici. Altrimenti, sappiamo già che succede: c’è un problema di comunicazione.”

E con questo direi che ho riassunto tutto ciò che è opportuno sapere in merito al Social Media Manager ed al suo lavoro. Non è affatto un lavoro facile ma nemmeno impossibile, se sei appassionato di Social Network e li usi avidamente in ogni loro declinazione, potresti anche aver trovato il lavoro ideale per te! Dimmi cosa ne pensi scrivendo un commento, grazie!

Articolo di Arianna Farina