Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Camminare insieme: in movimento e in compagnia

Camminare insieme a qualcuno, in compagnia di amici o di persone conosciute durante le nostre passeggiate, è un ottimo modo per trascorrere il proprio tempo all’aperto cogliendo l’occasione per fare anche un po’ di attività fisica. La nostra specie si contraddistingue dalle altre per molte caratteristiche. Fra queste c’è sicuramente il nostro modo di muoversi: ritti su due piedi, in modo da avere le mani libere e poter svolgere contemporaneamente altre attività. Il filosofo greco Aristotele definiva inoltre gli esseri umani come “animali sociali”: vivere, cooperare in società, insieme a chi ci sta vicino è ciò che meglio indica la nostra vera essenza. Ecco quindi che “camminare insieme” non è solo un buon passatempo: è parte stessa del nostro essere uomini e donne.

Perché è così importante?

Camminare insieme
Camminare insieme

Il nostro corpo è come una macchina: per funzionare bene deve essere tenuto in attività. Camminare è un tipo di attività fisica che non richiede sforzi eccessivi ma, se praticata con continuità, garantisce risultati strepitosi. Secondo vari studi  permetterebbe infatti di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, aumentare la resistenza muscolare e migliorare la forma fisica. Previene anche l’invecchiamento e consente di affrontare la vita con maggior energia. La compagnia di una persona che condivide con te la passeggiata quotidiana aiuta a trascorrere quel tempo con maggior entusiasmo. Camminare insieme a qualcuno rende l’esercizio fisico un toccasana non solo per il corpo, ma anche per l’umore . È una sfida con se stessi: sapere che si è riusciti mantenere il proposito di fare regolarmente una bella camminata all’aperto è estremamente gratificante.

In compagnia è meglio

Quante volte vi sarà capitato di essere tornati stanchi dal lavoro e non aver voglia di uscire? O magari avete accumulato qualche chilo di troppo dalle vacanze e proprio non vi va di dover rimettere in moto il vostro corpo, rimandando il tutto a un domani non meglio definito? La presenza di un “partner di camminate” serve anche a mantenere la motivazione, a stimolarsi e incoraggiarsi a vicenda per non perdere la sana abitudine di uscire a fare due passi all’aria aperta. Perché, come dice il proverbio, non rimandare a domani ciò che potresti fare oggi. E poi, insieme è più divertente!

Un ottimo antistress

Certe giornate sono davvero stressanti . Il lavoro, le bollette da pagare, o semplicemente quelle giornate “no” in cui tutto va storto. Trovare l’occasione di uscire di casa per fare due passi in compagnia può essere il modo migliore per scaricare le tensioni accumulate: camminare e condividere con qualcuno i propri pensieri aiuta a liberarsi di un peso che ci cruccia e, magari, a trovare qualche soluzione ai nostri problemi. A volte già il solo parlare con qualcuno ci aiuta a vedere le situazioni da un punto di vista diverso e a trovare la chiave che risolve l’enigma, il tassello mancante di un puzzle che ci sta assillando da giorni. Quando hai un problema una camminata insieme a qualcuno può essere proprio quello di cui hai bisogno.

Nuove conoscenze

Uscire a camminare può anche essere un ottimo modo di fare nuove conoscenze. Può capitare che il proprio “partner di camminate” non possa farvi compagnia, ma tante altre persone usciranno di casa e andranno al parco o per le vie della città a fare due passi. Camminare diventa così una grande opportunità di fare nuove conoscenze, con cui condividere le proprie passeggiate e, chissà, iniziare anche qualche nuova amicizia.

E voi?

Camminare, meglio se insieme a qualcuno, è quindi molto importante. Fa bene alla salute e all’umore, serve per rilassarsi, per distrarsi ed è un ottimo passatempo, specialmente se condiviso in compagnia. E voi? Andate regolarmente a fare delle passeggiate? Insieme a chi? Avete fatto qualche conoscenza, camminando? Commentate e fateci sapere!

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di Gianmarco Cenci

  •  
  •  
  •  
  •  
  •