Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Compiere una scelta, un atto di coraggio necessario

Scelta
Scelta

Fare una scelta dietro l’altra ci fa andare avanti e modella la nostra vita. La verità infatti è che ogni giornata è composta da dubbi e decisioni, piccoli o grandi che siano. Prima o poi tutti dobbiamo scegliere, e lo dobbiamo fare in tantissime situazioni diverse. Ma perché a qualcuno fa così paura? È normale, ci si trova di fronte a un cambiamento che dipende da noi e che potrebbe portarci ad una condizione migliore, oppure no. E allora che fare? Sarà proprio la mia scelta a fare la differenza?

Con questo articolo vogliamo farti capire come mai decidere è sempre un’azione attiva e positiva. Magari sarà difficoltoso, ma col senno di poi ti renderai conto di quanto ti sarà servito.

Fatta una scelta sarai già oltre

Iniziamo così. Una volta individuata la risposta da dare o la direzione da prendere, non dovrai rifarlo. Certo la vita ti porrà davanti a nuove questioni prima o poi, ma anche tu sarai una persona nuova. Proprio grazie a quell’ultima decisione che hai preso.

Il periodo appena precedente a una decisione importante è molto pesante, lo sappiamo. Hai l’ansia, ti chiedi continuamente se sarai in grado di capire qual è la cosa migliore da fare. Magari decidi di non pensarci per un’oretta ma ti rendi conto che in quel lasso di tempo non hai avuto altro per la testa. Sono tutti questi fattori assieme che rendono complesso giungere a un dunque. Eppure devi ricordarti di una cosa. Qualsiasi sia il peso di ciò che ti aspetta una volta detta l’ultima parola, dovrai reagire a ciò che succede, ma non dovrai più rifare la stessa scelta.

La conclusione è semplice. Pensare è fondamentale e importantissimo, ma pensare troppo fa solo che male. Il momento in cui ti rendi conto che la domanda sta monopolizzando le tua giornate è ora di scegliere. Di tirare il fiato perché ce l’hai fatta, e di affrontare il nuovo orizzonte.

Perché ho paura di scegliere?

Tutte le sensazioni negative che abbiamo appena visto sono normali e diffusissime. Più sei coinvolto nella scelta e più ne avvertirai il peso anche prima di compierla. È spaventoso forse, ma umano.

Può trattarsi di una decisione per porre fine ad una relazione, oppure di una questione lavorativa, che magari vede altre persone trarre vantaggio o meno dal tuo giudizio. Non puoi non preoccuparti pensando a se starai facendo o meno la cosa giusta. Però non devi pensare solo a quello. Che tu vada nella direzione giusta o in quella sbagliata, è necessario che poi ti sentirai ancora al massimo per affrontare ciò che verrà dopo! Ecco perché non è salutare logorarsi prima della scelta. Affrontala! E ricordati sempre che sbagliare è umano. Gli amici e gli affetti a cui ti affidi nella vita sono lì per te anche in questi momenti.

La scelta migliore

Ed eccoci al fulcro del problema. Hai paura, devi scegliere e non sai se potrai tornare indietro o meno. O magari lo sai, non c’è ritorno sui propri passi. Allora devi fare per forza la scelta migliore, ma come saperlo in anticipo?

Non voglio promettere nulla di impossibile, ti devo dire che non puoi. La vita è tanto bella quanto imprevedibile. Se la decisione che prendi alla lunga si rivelerà corretta o meno, purtroppo non ci è dato saperlo. Ci sono dei metodi però per cercare di andare verso la direzione giusta.

Innanzitutto riscopri la tua immaginazione. Immaginati a vivere la routine che ti aspetterebbe se prendi una decisione piuttosto che un’altra. E viceversa. Che cosa ne è saltato fori? Se non lo sai bene nemmeno tu, il secondo passo è scrivere gli aspetti positivi e quelli negativi di ognuna delle opzioni. Fidati, scrivere aiuta a comprendere meglio i concetti, che si tratti di studio scolastico o di qualsiasi altro ambito.

Ora magari sei più vicino alla soluzione adatta, ma l’ultima parola è la tua. E sarà dettata dal cuore e dalla testa assieme, consapevoli che un po’ di mistero resterà e solo affrontando la scelta potrà essere svelato.

Ti siamo stati d’aiuto? Se così magari commenta con il tuo dubbio e condividi l’articolo!

Articolo di Lucia Ferrari

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •