Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I massaggi tantra: cosa sono veramente

massaggi tantra
massaggi tantra

 

Quando si parla di massaggi tantra molte persone cominciano a fare dei sorrisi maliziosi pensando immediatamente al “sesso esotico”. Questo accade perché non hanno idea di cosa sia, meno che mai immaginano il suo significato più profondo. Il principale fraintendimento sta nel fatto che la persona che richiede massaggi tantra deve essere disposta a mettersi completamente a nudo. Non solo in senso letterale ma anche dal punto di vista emozionale.

Come funziona

In realtà quando parliamo di tantra stiamo parlando di una pratica seria, millenaria, di origine indiana nella quale l’unico scopo è vivere qui e ora.

Non è un trattamento qualunque e la reazione a questo tipo di massaggio varia da persona a persona. Il massaggio viene eseguito con movimenti molto lenti e il massaggiatore si prende totalmente cura della persona che riceve il massaggio. Può essere eseguito sia alla persona singola sia alla coppia. Quando viene eseguito alla coppia si può decidere se farsi seguire da un singolo massaggiatore o da due diversi. Quale che sia il caso, il trattamento avverrà comunque contemporaneamente e nello stesso ambiente.

Una via per aprire i Chakra

Le esperienze sono differenti tra loro ma certamente uno degli obiettivi dei massaggi tantra è quello di aprire i primi chakra, quelli più bassi, connessi con la sessualità. Quindi sì, la sessualità c’entra, ma in senso ben più profondo. La parola “chakra” in sanscrito significa “ruota”. Nella tradizione indiana i chakra sono centri energetici, collegati l’uno all’altro, che scorrono lungo la colonna. Nel caso vi siano blocchi lungo il percorso l’energia di tutta la persona ristagna. Aprire e sbloccare l’energia del primo chakra, legato alla sopravvivenza, alla sessualità, alla forza vitale e all’istintività è un doveroso passaggio per risvegliare tutti gli altri chakra.

Sesso tantrico e massaggi tantra

Non bisogna confondere i massaggi tantra con il sesso tantrico. Anche qui attenzione al fraintendimento: presso alcune religioni indiane ci si prepara all’atto sessuale vero e proprio anche con dei massaggi e bagni rilassanti, pur se l’attività principale resta la meditazione. Al di là del massaggio professionale, vivere il tantra all’interno della coppia può essere liberatorio perché la finalità non è l’orgasmo ma una migliore conoscenza di sé e dell’altro. La parola “tantra” significa “tessuto”, “trama”. In una nuova coppia un contatto fisico che non porti necessariamente ad un rapporto sessuale può essere un modo per instaurare una maggiore intimità.

Una buona pratica per la vita di coppia  

Si può prendere liberamente spunto dal massaggio tantra professionale per creare un rituale quotidiano o settimanale casalingo. Un rituale che, se sceglierai di praticare con olii essenziali, ti potrà risultare utile anche per rilassarti e migliorare il respiro. Oltre a questo il massaggio può rivelarsi senz’altro utile per riprendere il contatto fisico ed emozionale con il corpo dell’altro. Un abbraccio può capitare nel corso della giornata, ma un massaggio è decisamente diverso dall’abbraccio. La cosa fondamentale è non avere fretta e scegliere piuttosto di godersi finalmente un momento per stare col partner.

Come fare a casa?

Seguendo qualche piccolo accorgimento! Per prima cosa bisogna scegliere di instaurare una ritualità e ritagliarsi, anche all’interno della settimana, un po’ di tempo che sia solo vostro. Niente figli, parenti, cellulare, tv o altri impegni. Sarete solo voi due. Può essere interessante anche andare insieme a scegliere un olio o gli olii essenziali da utilizzare, facendosi magari aiutare da un’esperto. L’olfatto è uno dei sensi più antichi ed è collegato direttamente con le parti del cervello che governano le emozioni. Combinando gli olii più opportuni il massaggio può diventare molto più coinvolgente. Mentre lo massaggi, fai sentire il tuo partner completamente accettato, sarà più facile rilassarsi, respirare più profondamente ed entrare in una connessione più profonda. Puoi iniziare con tocchi leggeri e sensuali e procedere con movimenti progressivamente più decisi. Fai attenzione a massaggiare i diversi punti del corpo, in modo da avere nuove possibilità. Certo è un modo diverso, più intenso di entrare in relazione e c’è bisogno di tutto il tempo e lo spazio necessari. Quando vi sarete impratichiti, sarà bello anche scambiarsi i ruoli. La reciprocità è fondamentale perché entrambi possiate vivere l’esperienza del dare e del ricevere.

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di  Saveria Albanese

  •  
  •  
  •  
  •  
  •