Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La serotonina: cos’è l’ormone che ci fa stare bene?

Serotonina
Serotonina

Serotonina – La serotonina viene spesso definita “l’ormone della felicità”, ma che cos’è esattamente e come mai è tanto importante? Innanzitutto è un neurotrasmettitore, cioè una sostanza in grado di trasmettere informazioni fra le cellule del sistema nervoso. Viene sintetizzato nel cervello e in altri tessuti a partire dall’amminoacido essenziale triptofano. Nel nostro organismo svolge un ruolo fondamentale, perché è coinvolta nella regolazione di numerose e importanti funzioni biologiche. Le principali riguardano il sonno, l’appetito, la sessualità ed in particolare la regolazione del tono dell’umore.

Serotonina carente o in eccesso?

Proprio perché coinvolta in attività fondamentali per il nostro organismo, è importante che la serotonina sia sempre presente in modo equilibrato. Una sua carenza o un suo eccesso possono infatti avere degli effetti negativi sia sul nostro corpo che sul nostro umore.

Innanzitutto la serotonina, in quanto precursore della melatonina, regola i ritmi circadiani, ovvero i nostri ritmi sonno-veglia. Una carenza di questo ormone potrebbe quindi alterarli e potarci ad avere una maggiore sensazione di sonno durante il giorno rispetto alla notte con evidenti ricadute sul nostro stile di vita. Una carenza di serotonina ha inoltre effetti sull’apparato digerente e sull’efficacia del nostro sistema immunitario, facendoci sentire più facilmente appesantiti e deboli.

Per quanto riguarda il suo ruolo rispetto al nostro umore, si ritiene che una significativa alterazione del bilancio di questa molecola a livello del sistema nervoso centrale possa essere correlata alla depressione. La serotonina viene infatti chiamata “l’ormone della felicità” proprio perché più serotonina abbiamo in circolo, maggiore è il nostro grado di appagamento, soddisfazione e benessere psicofisico. C’è però da dire che anche un eccesso di rilascio di serotonina può causare dei disturbi. In specifiche condizioni può infatti portare alla sindrome serotoninergica, una condizione causata in genere da un errato uso di farmaci e caratterizzata da sintomi cognitivi e somatici come mal di testa, agitazione, disturbi dell’umore, confusione, allucinazioni e tremore.

Come aumentare la serotonina?

Un primo accorgimento che possiamo seguire per aumentare il livello di serotonina nel nostro organismo riguarda l’alimentazione. Il nostro corpo produce infatti questo ormone a partire dal triptofano, che è una sostanza assunta attraverso il cibo. Tra gli alimenti di origine animale che lo contengono ci sono uova, latte e latticini, carne e salmone. Per quanto riguarda i cibi vegetali, il triptofano è presente in semi di sesamo e di girasole, cacao, cioccolato fondente, patate, banane, riso, cereali integrali, verdure a foglia verde, noci e mandorle.

Di fondamentale importanza per aumentare la serotonina è anche l’attività fisica regolare. Lo sport ne è una fonte inesauribile e naturale! Per sentirsi meglio sono sufficienti 30 minuti di camminata al giorno, meglio ancora se all’aria aperta, in quanto non è da sottovalutare l’esposizione alla luce del sole nella produzione della serotonina per incrementare la sensazione di benessere e di relax. La serotonina influenza numerose funzioni del nostro organismo e i loro effetti riguardano la nostra salute psicofisica.

È importante quindi prendersi cura di se stessi seguendo una buona alimentazione e prendendosi del tempo per fare un po’ di moto. Questo aumenterà la sua produzione aiutandoci a mantenere un buon tono dell’umore e una sensazione di generale benessere.

È necessario avere un occhio di riguardo per la propria salute e ciò è possibile fin dalle piccole abitudini di ogni giorno. Non sottovalutiamo mai quanto esse possano farci sentire meglio con noi stessi e con gli altri!

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di  Dott.ssa Anna Galtarossa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •