Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sesso occasionale ieri ed oggi!

Sesso occasionale – Secondo le statistiche è stato sperimentato in almeno un’occasione dal 70% della popolazione. Se prima del ‘68, e della conseguente ed inesorabile rivoluzione sessuale, l’approccio alla sessualità di uomini e donne era differente o comunque tale era considerato, negli ultimi anni si è assistito ad un rimescolamento dei “copioni di genere” fino a pochi decenni fa convenzionalmente accettati. Anche perché reputato più propenso al tradimento, un tempo sembrava essere l’uomo a ricercare maggiormente l’occasione d’un piacere fuggevole. Oggi invece la differenza tra i generi a tal proposito sembra essersi affievolita, ferme restando -secondo alcuni- talune differenze. Vediamo quali.

Una questione di genere?

Nonostante venga attualmente praticato indistintamente da uomini e donne, il sesso occasionale sembra essere vissuto in maniera differente dai due generi.

Sesso occasionale
Sesso occasionale

Uno studio condotto in Norvegia e pubblicato sulla rivista Evolutionary Psychology riporta infatti un dato significativo, e cioè che le donne sarebbero più inclini dell’uomo a pentirsene il giorno dopo .

Emerge inoltre che, mentre gli uomini millanterebbero di farne più di quanto realmente non accada, le donne sarebbero invece più portate a negare di praticarne. Il 35% di queste ultime si sarebbe infatti dichiarata pentita di aver detto sì all’ultimo incontro di sesso occasionale, mentre negli uomini questa percentuale calerebbe al 20%.  E mentre solo il 40% degli uomini si dichiara soddisfatto di aver rifiutato un rapporto occasionale, per quanto riguarda le donne questa percentuale sale all’80%.

I ricercatori hanno ipotizzato che alla base delle differenze evidenziate dallo studio ci sarebbero fattori sia emotivi che culturali. Se per gli uomini è pressoché scontato raggiungere l’orgasmo durante un incontro occasionale, per le donne la questione sembrerebbe essere un poco più complessa. Non va poi dimenticato che se è un uomo a praticare frequentemente del sesso occasionale difficilmente viene giudicato, mentre una donna lo è quasi sempre.

Sesso occasionale e millenials: il sexting

Se un tempo era necessario interagire con il prossimo per sperare in un qualche incontro caliente, oggi che il virtuale si è insinuato prepotentemente nelle nostre vite il ventaglio di possibilità per fare nuove e stimolanti conoscenze si è esteso. E se da un lato questa “rivoluzione” ha fatto sì che molti di noi abbiano avuto l’opportunità di trovare l’anima gemella online, dall’altro ci ha resi forse più smaliziati e cinici  e progressivamente più inclini a relazioni usa e getta. Dalle chat erotiche alle app specifiche, gli strumenti pensati per trovare in rete partner occasionali sono andati aumentando.

Strumenti che diventano pane quotidiano per i famigerati millenials, ovvero i giovani nati dopo il 2000 e detti anche nativi digitali, sempre pronti a sfruttare queste nuove opportunità del progresso tecnologico. Una ricerca condotta da Eurispes su un campione di 1000 giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, conferma che almeno 6 giovani su 10 hanno praticato il sexting una volta nella vita, hanno cioè inviato e condiviso materiale sessualmente esplicito in forma verbale, fotografica o video attraverso il web. E se non è scontato che il sexting si risolva sempre in un incontro hot in carne ed ossa, è però certo che può essere considerato una forma meno “intensa” di sesso occasionale, benché virtuale. La tecnologia progredisce di pari passo alla società…Ed alla sessualità!

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di  Davide Raimondi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •