Vacanze da sola: Le 4 risposte che cercavi

Vacanze da sola
Vacanze da sola

Organizzare le vacanze da sola è estremamente gratificante, si impara a fare amicizia con i luoghi e quello che rappresentano.

Viaggiare per proprio conto è l’ideale per intrecciare relazioni e immergersi in avventure intense realmente coinvolgenti. Durante la tua permanenza infatti, avrai sempre la possibilità di raccontarti e offrire qualcosa della tua storia.

So a cosa stai pensando, fare nuove conoscenze spesso significa svenarsi per trovare strani tentativi di approccio. La buona notizia è che non è questo il caso.

Le vacanze per single infatti sono un ottimo modo per trascorrere del tempo in compagnia senza pressione alcuna, grazie ad un gruppo di persone della tua età che come te vorranno mescolarsi alla frenesia delle città, passeggiare tra villaggi vivi e inediti paesaggi.

Per aiutarti a trasformare la tua vacanza da sola in una vacanza da sogno, rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti che sorgono quando si è in procinto di partire senza nessuno appresso.

1 Come pianificare le vacanze da sola?

Se parti da sola, pianificare le principali tappe del tuo viaggio sarebbe sempre l’opzione migliore.

Certo è che capitare dove porta il vento sprigiona una vigorosa sensazione legata ad autonomia e indipendenza. Se non devi tener conto dell’orologio o del calendario, puoi lasciarti trasportare dalla casualità del momento, ma ci vuole la giusta mentalità.

Se al contrario non disponi di molto tempo a disposizione, i viaggi organizzati si riveleranno un’ancora di salvezza. In questo modo eviterai di dover pianificare ogni itinerario o spendere più del necessario per far fronte ad alcune necessità sorte al primo intoppo.

In entrambi casi, alcuni accorgimenti saranno utili per somatizzare alcuni contrattempi che potrebbero ostacolare la tua spensieratezza. Ovvero:

  • Scegli il periodo giusto. La potenza esplosiva dell’estate o l’intimità dell’inverno? Pianifica quando partire ma soprattutto la durata delle tue vacanze per single. Le mezze stagioni generalmente sono perfette, ma alcune mete vanno assaporate in particolari frangenti per essere vissute a pieno.
  • I costi. Predisporre di un budget che ti permetta di vivere bene le tue vacanze ti aiuterebbe sicuramente ad adattarti alle situazioni scomode, senza l’eccessiva preoccupazione circa uno sgradevole incidente di percorso.
  • I mezzi. Quelli pubblici sono sempre da tenere in considerazione se l’affitto di un’auto non rientra nei tuoi piani. Gli spostamenti prevedono diverse norme a seconda delle tratte differenti e delle usanze locali; una veloce ricerca su internet può fare la differenza se non vuoi perderti a piedi o incontrare particolari difficoltà lungo il tuo cammino.

2 Quale bagaglio e cosa portare?

Non sempre preparare la valigia risulta così semplice. Lo stress causato da possibili dimenticanze, piuttosto che gli spazi a disposizione troppo ristretti e ancora il peso eccessivo, possono mettere a dura prova la pazienza di molte di noi. Tuttavia ci sono alcune cose che è meglio sapere prima di cominciare a preparare il tuo bagalio:

  • -la comodità è tutto. Se viaggi da sola è probabile che non ci sia nessuno pronto ad aiutarti con la tua valigia ogni singolo istante, motivo per cui per una breve vacanza il classico zaino può fare da salvavita. Se decidi di optare per una capienza maggiore un’ottima alternativa è il trolley che ridurrà la fatica causata dal trasporto dello stesso grazie alle sue piccole ruote e al manico estraibile; meglio ancora se allungabile.
  • -le tasche. Ogni tipo di borsa, sacca, valigia che contiene oggetti personali dev’essere provvista di tasche interne ben nascoste. Queste ti permettano di raggiungeere facilmente e velocemente ogni avere necessario, rendendolo al tempo stesso invisibile agli occhi degli estranei.
  • -cosa non puoi dimenticare. A volte la fretta gioca brutti scherzi, motivo per cui una saggia scelta sarebbe scrivere anticipatamente una bella lista di cose essenziali per evitare l’ansia da pre partenza. Per essere sicura ecco una lista più dettagliata di cosa mettere in valigia.

Riassumendo si può dire che gli elementi da non scordare mai a casa sono documenti e contati, cellulare, vestiti di ricambio, medicine e prodotti per l’igiene personale.

3 Viaggiare da sola è sicuro?

Alcuni paesi, va detto, sono sicuramente più sicuri di altri.

Criminalità, problematiche legate all’ambiente e questioni sanitarie sono alcuni dei punti focali su cui soffermarsi prima di proseguire. Tuttavia molto spesso basta non dare troppo nell’occhio e adattarsi all’ambiente circostante.

Un viaggio organizzato è molto facile da supervisionare, perciò conoscere i tuoi coetanei diventa semplice e naturale. Tuttavia in alcuni frangenti trovarsi senza amici fidati o un partner che si conosce da tempo richiede alcune precauzioni:

  • Unarma di difesa. Ci sono pochi piccoli oggetti che potrebbero aiutarti a passeggiare più tranquillamente evitando la scomoda idea di un’aggressione immediata.
  • Un cellulare satellitare è utilissimo quando dovesse mancare il segnale, infatti quest’ultimo permette di mandare messaggi o se necessario un SOS con l’esatta locazione in cui ti ritrovi.
  • Fai sapere a qualcuno i tuoi prossimi piani. A volte in vacanza si va proprio per lasciarsi i problemi alle spalle evitando di dare spiegazioni. Tuttavia avere una persona a cui riferire i tuoi spostamenti non significa mancare di autosufficienza, bensì fornire un breve resoconto degli ambienti che si frequentano e delle attività che si svolgono ottenendo un confronto costruttivo che si potrebbe rivelare molto utile.

4 Perché partire per le vacanze da sola?

Se sei una donna che viaggia in cerca della sua indipendenza, trovarti in vacanza da sola concretizzerà il tuo desiderio. L’imprevisto diventa quindi un’occasione per arricchire il proprio bagaglio così come gli utili consigli della gente del luogo.

Partire da sola in oltre è una preziosissima possibilità per riscoprire la tua forza d’animo. Spesso la mancanza di autostima condiziona le relazioni amorose a causa delle insicurezze o della scarsa fiducia riposta nelle capacità personali.

Regalarsi un gioiello, come un vestito o un paio di scarpe sicuramente è appagante; ma con un viaggio sancisci il tuo vero valore, da sempre inestimabile. Questo perché la vacanza in solitaria non si traduce solo in un’esperienza fortemente singolare, ma rimane un grande gesto d’amore verso te stessa.

L’aspetto migliore è che potrai trovare veri compagni di viaggio con cui instaurare un solido legame. Conoscere la generosità degli uomini infatti è molto più semplice se il rapporto che si va a creare deriva da ricordi ancorati a felici vicende vissute insieme.

Una cosa è certa, tutto sarà riconducibile a emozioni fortemente positive, alla conoscenza del mondo, di te stessa e di chi incontrarai sul tuo cammino.

Lasciati accompagnare da un senso di libertà assoluta tra spettacoli, feste, vita mondana e mille attrazioni.

Una vacanza perfetta, fatta di struggenti bellezze e momenti importanti che riempiranno il tuo cuore; costruire connessioni all’insegna del divertimento e di eventi memorabili non è mai stato più facile!

Ci sono altre domande a cui stai cercando risposta prima di partire per le tue vacanze da sola? Faccelo sapere nei commenti

Articolo di Erin Gabba