Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Viaggiare da soli in gruppo. Come godersi al meglio la Vacanza?

Viaggiare da soli in gruppo
Viaggiare da soli in gruppo

Viaggiare da soli in gruppo ? Un curioso ossimoro che in realtà sta diventando una delle scelte turistiche più gettonate! Si tratta dell’opzione perfetta per coloro che hanno voglia di viaggiare in compagnia pur mantenendo certi spazi autonomi. Al giorno d’oggi sono sempre di più le agenzie che si dedicano a questa tipologia di turismo, dandoti la possibilità di partecipare ad un viaggio o ad una breve gita senza doverti occupare dell’organizzazione. Basta scegliere la tipologia di vacanza, preparare la valigia ed il gioco è fatto!

Perché partire?

Viaggiare da soli in gruppo non è solo una comodità organizzativa, ma è anche un’ottima occasione per fare nuove esperienze e soprattutto nuove conoscenze. Il momento giusto per partire è sicuramente quando senti la necessità di evadere dalla quotidianità e di metterti in gioco. Molti utilizzano questo espediente per condividere le proprie passioni con nuovi amici o per ritrovare la giusta carica dopo una rottura o una delusione amorosa. Ricorda che partecipare ad un viaggio di gruppo con degli sconosciuti è anche un buon modo per riflettere e conoscere sé stessi, nonché ritrovare la propria identità in un gruppo di persone.

Che tipo di viaggio scegliere?

Viaggiare da soli in gruppo è sinonimo di condivisione, non solo di spazi ma anche di passioni! Scegli a seconda del tempo che hai a disposizione e, ovviamente, basati sulle tipologie di viaggio che più ti interessano. Numerose sono le agenzie che si occupano di soddisfare le esigenze di chi è single e ha voglia di stringere nuove amicizie, organizzando viaggi per gruppi di single di ogni età. Stanno diventando popolari i weekend fuori porta in città d’arte, per chi non può fare a meno di arte e cultura, così come le esperienze di viaggio nella natura e in posti incontaminati, perfetti per chi ama la fotografia e le lunghe passeggiate.

Alcuni consigli?

Ora che sai che cosa significa viaggiare da soli in gruppo, sei pronto per partire? Ecco alcuni consigli per godersi al 100% la vacanza!

  • Metti da parte la timidezza

Come abbiamo detto, i viaggi di gruppo sono l’occasione perfetta per fare nuove conoscenze. La prima regola da seguire è sicuramente accantonare la timidezza e cercare di essere sé stessi il più possibile. Non temere di fare il primo passo e di scambiare due parole con il tuo vicino di autobus! Ricorda che pur essendo sconosciuti, tutti avete l’obiettivo di passare una bella vacanza. Perché dunque non essere il primo a rompere il ghiaccio?

  • Non lamentarti

Non c’è nulla di più fastidioso di un compagno di viaggio imbronciato! Cerca di goderti al meglio ogni attimo della vacanza, anche se in quel momento  si è optato per  un luogo o un’esperienza che non è esattamente di tuo gradimento. Concentrati sul lato positivo e sarà sicuramente una piacevole giornata!

  • Accetta le nuove proposte

I viaggi di gruppo sono il giusto contesto per provare nuove esperienze in compagnia di nuovi amici. Se desideri integrarti meglio nel gruppo non rifiutare le nuove proposte, esci dalla tua zona di comfort e buttati! Che ne dici di una differente attività sportiva o semplicemente di una cena in un ristorante tipico della zona?

  • Non dimenticare lo spirito di adattamento

Durante un viaggio organizzato ti capiterà di dover condividere gli spazi  con gli altri viaggiatori. Non è detto che ti venga riservata una camera singola e molto probabilmente sarà necessario utilizzare i mezzi pubblici quotidianamente (metropolitana, autobus ecc.). Di sicuro non sarà un problema se non è la prima volta che viaggi in compagnia, ma se tutto ciò non fa parte della tua routine accetta le situazioni che ti si presentano come un  allenamento all’adattamento. Torna sempre utile: fidati di me!

 

Ed ora sei pronto a partire? Condividi con i tuoi amici per confrontarti con loro o raccontaci la tua esperienza se ne hai già viaggiato da solo in gruppo!

Scrivici qui sotto cosa ne pensi e se ti piace l’articolo Condividilo!

Articolo di Maria longhi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •